GIOCO DI EQUILIBRIO, il primo singolo di LEONARDO BUONATERRA

GIOCO DI EQUILIBRIO, il primo singolo di LEONARDO BUONATERRA
Vota questo articolo!
(4 Voti)
Condividi questo articolo! >>

GIOCO DI EQUILIBRIO, il primo singolo di LEONARDO BUONATERRA

Estratto dall’EP “IMPRONTE”, promosso e distribuito da “La Stanza Nascosta Records”
Dalla prossima settimana in rotazione radiofonica e tv

https://www.youtube.com/watch?v=8On3B1PIKI4&feature=share

“Gioco d’Equilibrio” è il primo singolo estratto dall’EP “Impronte”, quarto lavoro del cantautore vicentino Leonardo Buonaterra.
(Leonardo Buonaterra: Voice Guitar
Vincenzo Messina: Arrangiaments & Electric Guitar Bass Keyboards
Adriana Ester Gallo: Violin
Diego Corradin: Drums
Matteo Agosti: Mix Presso Frequenze Studio, Monza)

In “Gioco d’Equilibrio”, che prende in prestito il titolo dal libro di Andy Holzer, best-seller in Germania, Austria e Svizzera, Leonardo Buonaterra ha intrecciato la vicenda dell’alpinista non vedente, che ha scalato sei tra le sette cime più alte del mondo, con quella di un musicista; perché, nelle parole dell’Artista, ” non c'è alcuna differenza se sfiori delle rocce, i tasti di un pianoforte o le corde di una chitarra… sono emozioni e, in quel preciso istante, cancelli ogni sorta di limite.”

Il superamento del limite passa, in quello che prima facie potrebbe apparire un ossimoro, attraverso la costruzione di una nuova etica del limite, fondata sull’accettazione matura della propria debolezza e su di una gestione costruttiva dei propri deficit; passa attraverso l’edificazione di una nuova dimensione, dalla quale sono volutamente banditi ogni tracotante hýbris e ogni sterile senso di onnipotenza mentre l’affinamento dei sensi e la dialettica con l’altro consentono di accedere all’Assoluto. (“ Calpesti le nuvole dritto al sole, il resto è attesa.”)
“Gioco d’equilibrio” è un pezzo in crescendo, che dopo una intro evocativa mimante un fraseggio da carillon esplode in sonorità acustiche e pungenti, in un assemblage nevratile di aperture di archi e ritmica incisiva della chitarra. Al progetto IMPRONTE hanno partecipato Vincenzo Messina (già tastierista di Francesco Renga), in qualità di arrangiatore, Diego Corradin (già batterista di Fiorella Mannoia) alla batteria, Adriana Ester Gallo al violino, Matteo Agosti in qualità di fonico.


Biografia di Leonardo Buonaterra
https://www.facebook.com/LeonardoBuonaterraOfficial/?fref=ts
Leonardo Longhi, in arte Leonardo Buonaterra, è un cantautore vicentino. Ama la buona musica in tutte le sue declinazioni; tuttavia si sente attratto specialmente dalla forma canzone. Ha suonato con diverse cover band, spaziando dal rock italiano e straniero fino alla canzone d'autore. Diversi sono i concorsi ai quali ha partecipato: Castrocaro, la Gondola D'Oro di Venezia, Vicenz@NetMusic. La vittoria al Vicenz@NetMusic 2014, con il brano “Conquista il mondo”, gli ha regalato anche la registrazione di un paio di brani al Lost in Space Studio di Vicenza. Ha studiato chitarra classica privatamente con il Maestro Alberto La Rocca; in seguito ha deciso di approfondire lo studio del canto. Ha inciso nel 2003 l’EP “Ovunque tu” e nel 2004 l’EP “Questo dolce veleno”, entrambi autoprodotti e con il nome di “Leonardo”. Dopo una breve parentesi all'Istituto Musicale Veneto (Città di Thiene), nel 2006 ha deciso di partire per Milano, diplomandosi nel 2010 in canto al CPM (Centro Professione Musica), fondato da Franco Mussida. Al CPM ha affiancato per un anno l'insegnante Elisabetta Rosa, in qualità di assistente di canto. Ha studiato e usa ancora oggi il metodo “Voice Craft”, che gli ha consentito di sviluppare grande padronanza nell’espressione delle qualità vocali. Durante questo periodo ha inciso, presso lo studio di Pietro Nobile, un demo che gli ha consentito di iniziare una collaborazione, connotata da una spiccata attitudine sperimentale, con le prestigiose etichette italo-svizzere Moebius Records e il Polo Della Musica. Frutto maturo di questo percorso di ricerca è “Leonardo Buonaterra", pubblicato in formato digitale e in vendita su vari stores online (I- Tunes, Amazon, Spotify...). A questo progetto hanno partecipato Vincenzo Messina come arrangiatore, Ruggero Pazzaglia nella parte ritmica, Emmanuele Landini come fonico e curatore del mixaggio dell'intero lavoro. Ad Ottobre 2015 prende vita il suo ultimo lavoro dal titolo IMPRONTE, distribuito e promosso dall’etichetta discografica indipendente di Salvatore Papotto, La Stanza Nascosta Records. Impronte è caratterizzato, rispetto al primo album, da una dimensione maggiormente intimista. Al progetto IMPRONTE hanno partecipato Vincenzo Messina (già tastierista di Francesco Renga), in qualità di arrangiatore, Diego Corradin (già batterista di Fiorella Mannoia) alla batteria, Adriana Ester Gallo al violino, Matteo Agosti in qualità di fonico.

Ufficio Stampa: Claudia Erba

Per info e interviste : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Condividi questo articolo! >>
Informazioni sull'autore
Simone Di Dio

Si occupa della parte legale-economica di Vicenza Underground


Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Video

Torna in alto

Supportaci con uno share!

Vicenza Underground è un servizio gratuito per dare vita a tutta la città! Aiutaci a diffonderlo!