Indovina chi..

Indovina chi..
Vota questo articolo!
(2 Voti)
Condividi questo articolo! >>

Indovina chi..

“Ciao Ma'!! Esco!!”
“Tosto il sole oggi” penso tra me e me, arriverò alla pool tutto sudato..chissà se i ragazzi sono già li.
Ci penserò poi, intanto inforco la bmx e si vola.
Che goduria le vacanze estive: in sella mi sento il re della città..e che città! Los Angeles, California!
Ho due mesi buoni tutti per me, non vedo l'ora di dipingere e suonare..magari riuscirò pure ad imbucarmi a un paio di feste e a conoscere qualche bella ragazza!
Si, si..torna sulla Terra Mike..il calore ti sta dando alla testa.
Purtroppo papà è tornato in Giappone a far visita ad alcuni parenti, e purtroppo non ha visto la mia esibizione al piano nel concerto di fine anno a scuola, però almeno mi ha lasciato il regalo che volevo: Black Sunday dei Cypress Hill.
E' una mina! L'ho già consumato, devo ricordarmi di ringraziare Brad per la dritta.

Pedalo veloce sui grandi marciapiedi di L.A., quando incrocio lo sguardo di un tizio nerboruto completamente vestito di nero che mi fa cenno di fermarmi. Non mi fido molto, l'espressione sfatta sui volti si vede spesso in questa città, tuttavia qualcosa di lui mi incuriosisce, ma non è di certo il Coca Jack che tiene in mano guardandomi negli occhi.
Titubante mi avvicino, smonto dalla bici e dopo aver ricevuto un segnale, prendo la sedia e mi accomodo vicino a lui.
L'unica cosa che riesco a pensare è: “Come diavolo fa a conciarsi in questa maniera col caldo che fa?”
Non faccio a tempo a presentarmi che ha già iniziato il racconto della sua vita.
Tra una cosa e l'altra dice di chiamarsi Lemmy, e di essere un cantante e bassista metal.
Non è un genere che conosco molto, ma la voce roca e quello strano stile da cowboy coi basettoni mi affascina e mi ricorda qualcosa che devo avere ascoltato in giro.
Continua a parlare dei dischi del suo gruppo, e di trovarsi in città per alcuni arrangiamenti a una canzone composta per un amico, e per la promozione di alcuni lavori. Sembra non fermarsi mai e di amare sul serio ciò che fa, o dice di fare.
“Bazzichi anche tu nella musica, ragazzo?” - incalza lui ad un certo punto. La domanda mi distoglie dalle riflessioni.
“Si, suono il piano e con alcuni amici ho una band: ci chiamiamo Xero” - rispondo con un po' di timore.
“Ahahahahahahah!! E cos'è? Un tributo a un eroe dei fumetti?” - la sua risata è interrotta solo da una sorsata del suo cocktail..
Lascia il baffo gocciolare, ma si fa subito serio e con una strana luce negli occhi mi fissa intensamente.
Mi sento una burba sotto lo sguardo di un vecchio veterano.. “Xero, Zero o Hero non importa! Il nome è ciò che ti etichetta. La musica ciò che ti definisce ed è la tua anima che viene aperta a chi avrà voglia di ascoltarla. Non deluderla mai. Non venderla mai. E' un mondo di squali questo, sii coerente e tutto andrà bene. Però cazzo! Trovate un nome migliore!!”
E giù una cascata di Coca Jack per festeggiare.
Resto in silenzio..questo lupo di mare mi sta dando un consiglio niente male, devo tenerlo a mente, mi sa che a volte sono stato un pelo ingenuo.
Un brivido elettrico mi arriva al cervello, e una strana euforia si sta impossessando della mia mente.
“Vuoi niente da bere?” - mi chiede lui perplesso - “io alla tua età ero costretto a bere per essere ascoltato dagli anziani..neanche una birra?”
“No no grazie” - rispondo io - “devo scappare, ho gli amici che mi aspettano! Grazie della dritta! Però il nome non lo cambiamo!” - concludo sorridendo.
“Buona risposta! Hai afferrato perfettamente il messaggio! Buona fortuna ragazzo.”
La stretta di mano è possente, e un sorriso complice mi fa capire di non aver perso tempo a chiacchierare con Lemmy.

Le gambe non le sento più, ho corso cosi tanto per arrivare dagli altri che ho il fiatone.
Arriva Brad che mi saluta con un pugno sul braccio.
“Dov'eri finito Shinoda?! E' un pezzo che ti aspettiamo!”
“Scusate ragazzi” - mi giustifico - “ma non sapete che personaggio ho incontrato. Gli fa letteralmente le scarpe ad Axl Rose questo qui, ve lo dico io!” - la mia sensazione è indescrivibile, non possono capire.
“Si si dai, io sto cercando di capire se Polly mi fila, dobbiamo per forza organizzare un concertino, magari si accorgerà di me” - risponde Brad sognante, dando un calcio alla sua tavola da skate.
“E' esattamente quello che ci serve, anche per vedere la forza degli Xero! Ma secondo voi è il nome giusto?” - esordisce Bob sorridendo, che fino a quel momento stava improvvisando un semplice ritmo battendosi le dita sulle ginocchia.
“Lo è, al momento lo è” - affermo senza dubbi - “ne ho avuta la conferma oggi. Restiamo coerenti, e diventeremo grandi. Ci serve solo un cantante. Da domani si inizia. Prove prove e ancora prove. Ora fatemi fare qualche trick, mia madre sta facendo il gulasch, e con sto caldo non so se sopravvivrò alla cena.” - concludo ridendo.
Il cinque alto coi compagni è d'obbligo, e mentre ci buttiamo nella pool siamo consapevoli di avere un gran futuro da non sprecare in questa pazza, meravigliosa città.

Condividi questo articolo! >>
Informazioni sull'autore
Andrea Fasolato

Post punk, post hc, post rock..tutto post, purché sia tutto appost

Facebook - Andrea Faso

Instagram - Fasfaso

Sito web: www.vicenzaunderground.it/vu-blog/utente/1100-andreafasolato
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Torna in alto

Supportaci con uno share!

Vicenza Underground è un servizio gratuito per dare vita a tutta la città! Aiutaci a diffonderlo!